Nutrire i gatti: concetti generali

La nutrizione non è solo un modo per ricostituire i costi energetici, ma anche un mezzo efficace per influenzare un animale domestico. Attualmente, il problema di nutrire i gatti viene prestato molta attenzione.

Anche fare mangiare tutti i gatti è impossibile. Ciò non dipende dall'appartenenza dell'animale a una particolare razza, ma dalle sue caratteristiche individuali. Il fatto è che l'espressione "I gusti non discutono" si applica non solo alle persone, ma anche ai gatti. Ad esempio, alcuni membri della famiglia di gatti amano la diversità alimentare, mentre altri preferiscono uno o più tipi di cibo simile. Eppure hanno una cosa in comune: se a loro non piace il cibo, moriranno di fame, e questo può durare finché il proprietario non cambia la dieta.



Il proprietario di un gatto deve capire chiaramente una regola d'oro: affinché un animale sia sempre sano, deve essere nutrito con cibo preparato senza condimenti e spezie. Il cibo umano per gatti non è adatto. Il cibo offerto agli animali domestici dovrebbe essere vario ed equilibrato, poiché questo è l'unico modo per compensare completamente la mancanza di alcuni elementi nutrizionali nel corpo dell'animale.

Il cibo per gatti deve essere equilibrato.

Nella maggior parte dei casi, i proprietari nutrono erroneamente i loro animali domestici. Il gatto è un animale predatore, così tanti lo costringono a mangiare esclusivamente carne e ignorano completamente il cibo vegetale. Tuttavia, i gatti hanno anche bisogno di carboidrati, vitamine, minerali, acidi grassi e oligoelementi.

Va notato che a causa delle peculiarità della struttura dell'apparato digerente, i predatori non sono in grado di elaborare autonomamente la fibra e i carboidrati a fibre grosse che costituiscono i cibi vegetali. L'intestino di un predatore può metabolizzare carboidrati semplici, come zucchero e amido. Ma poiché queste sostanze in natura non si verificano in forma pura, sorgono difficoltà con la loro ulteriore elaborazione nel corpo.

Di norma, i predatori della famiglia felina in condizioni naturali ottengono i necessari elementi vegetali con il contenuto dello stomaco e dell'intestino della vittima catturata, in altre parole, quest'ultimo fornisce al killer le sostanze necessarie in forma finita. Il filetto di carne, che i generosi proprietari nutrono con il loro animale domestico, è un gustoso boccone per un animale, proprio come le caramelle per un bambino.

Un'altra caratteristica del corpo di un gatto è la sua capacità di avere una forte concentrazione di urina. In condizioni naturali, questo risparmia le risorse idriche del corpo, mentre a casa diventa spesso la causa dello sviluppo di tali malattie urogenitali nei gatti come la sindrome urologica e l'urolitiasi del gatto. La ragione è che il pesce e i latticini contengono una grande quantità di sali minerali, che, entrando nelle urine di un animale domestico, vengono lavorati dai reni e depositati sulle loro pareti sotto forma di cristalli. In condizioni naturali, i gatti mangiano questi cibi raramente, ma a casa, secondo le regole stabilite, i proprietari cercano di coccolare i loro animali domestici con prodotti lattiero-caseari e pescare il più spesso possibile. Ciò porta al fatto che al minimo processo infiammatorio un gatto può sviluppare una complicazione e, per salvarlo, possono essere necessarie misure radicali, ad esempio la chirurgia.

Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta alla dieta dei gatti domestici. Di norma, mangiano lentamente, allungando il piacere, molti di loro tendono a nascondere il cibo e a tornare ad esso ancora e ancora per tutto il giorno.

Inoltre, bisogna tenere presente che i gatti sono inclini alla gola. A questo proposito, dovresti cercare di normalizzare e variare la loro razione giornaliera, altrimenti l'animale riceverà un sacco di malattie: disturbi metabolici, obesità, mancanza di respiro, ecc. I gatti possono mangiare fino a 20 volte al giorno, ma di solito mangiano in piccole porzioni.

Basta un'occhiata a un gatto per determinare se è correttamente alimentato o meno:

  • Con una dieta equilibrata, l'animale sembra sano, c'è una luce splendente nei suoi occhi, lo stomaco funziona bene.
  • Una dieta scorretta provoca spesso diarrea, obesità, muta inaspettata, forfora e brandelli; l'animale diventa sonnolento, i suoi occhi perdono il loro splendore sano.

Questi sintomi possono anche indicare l'inizio di una malattia più grave.

Rispondi

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono contrassegnati *